Ricordati di essere sempre un esempio positivo,
è l'unico modo per vincere la guerra..

Luoghi Storici


Battaglia di Milazzo, (260 a.C) lo scontro navale che divenne “terrestre” (Sicilia)

Favoriti : 3

Pubblicato in : Battaglie, Battaglie antiche

Hits


Data 260 a.C.
Luogo Milazzo
Contendenti Roma / Cartagine
Esito vittoria romana

La Prima Guerra Punica era cominciata da qualche anno con lo scontro di Messina, e mentre Roma aveva il controllo della parte meridionale della Sicilia (acquisita con la battaglia di Agrigento) Cartagine controllava quella occidentale e la costa tirrenica. Dopo la battaglia di Lipari oltretutto Roma era rimasta senza il console Gneo Conrnelio Scipione, catturato dai cartaginesi. Roma fino a quel momento si era affidata a etruschi e greci per i trasporti marittimi, ma la sua difficoltà di espansione in Sicilia contro una potenza marinara esperta come Cartagine imponevano un deciso cambio di atteggiamento. Purtroppo il divario di esperienza in fatto di guerra marinara era enorme e non si poteva colmare rapidamente, quindi i romani, col pragmatismo che li contraddistingueva, decisero di trasformare la battaglia da navale a forzatamente terrestre, le navi romane vennero attrezzate con un’invenzione appositamente pensata, il “corvo” un ponte basculante dotato, nella parte inferiore, di un uncino; il funzionamento era semplice, le navi romane dovevano affiancare quelle cartaginesi, il “corvo” a quel punto veniva spostato verso la nave nemica per abbordarla, l’uncino penetrava nel legno della nave avversaria rendendo stabile il ponte basculante e permettendo ai fanti di passare agevolmente sulla nave nemica e combattere corpo a corpo come sulla terra ferma.
La flotta cartaginese stava per attaccare e i romani impiegarono tutte le risorse per allestire una flotta che potesse tenere testa a quella cartaginese, il comando della flotta fu assunto dal console Caio Duilio, le due flotte entrarono in contatto nelle acque di Milazzo.
La strategia ideata dai romani colse del tutto impreparati i cartaginesi che, seppur comandati da Annibale, subirono una sconfitta gigantesca perdendo 45 navi su 120 con 3000 morti e 7000 prigionieri. Roma era diventata una potenza navale.
Dopo lo scontro a Caio Duilio fu concesso il trionfo e con i rostri (speroni) delle navi catturate fu eretta nel Foro, la Colonna Rostrata, a ricordo dell’impresa.



Visualizzazione ingrandita della mappa
Figo: lo DIGO! Salva su Salvasiti.com Articoli simili Commenti autore Scrivi tu il primo commento su quest'articolo Riporta questo articolo sul tuo sito Aggiungi a lista preferiti Stampa Spedisci a un amico
Battaglia di Milazzo, (260 a.C) lo scontro navale che divenne “terrestre” (Sicilia)
PDF
 

Area Castelli Romani

visita il portale dei Castelli Romani

In Evidenza

L’assedio di Tuscolo e le virtù romane
Cincinnato viene chiamato dal senato e difendere Roma
Bombardamento americano dell'abazia di Cassino
L'abazia di Cassino viene bombardata e distrutta dagli alleati
Affondamento della corazzata Roma
La corazzata Roma viene colpita e affondata dopo la firma dell'armistizio