Ricordati di essere sempre un esempio positivo,
è l'unico modo per vincere la guerra..

Luoghi Storici


Battaglia di Ponte Goito, Bersaglieri al battesimo del fuoco (Lombardia)

Favoriti : 5

Pubblicato in : Battaglie, Battaglie moderne (700, 800, 900)

Hits

Data 8 aprile 1848
Luogo Goito, Lombardia
Contendenti Regno di Sardegna / Impero austriaco
Esito vittoria sarda

Siamo ancora nella fase offensiva della Iª Guerra di Indipendenza, quando gli austriaci battuti fuggono verso le fortezze del quadrilatero e l’esercito piemontese è lanciato all’attacco per chiudergli la via. In questo conteso si svolge uno scontro non particolarmente ampio sul piano degli effettivi coinvolti ma sicuramente degno di essere ricordato per gli atti di eroismo, in particolare, quello di Alessandro La Marmora.
Ecco gli avvenimenti, l’esercito di Carlo Alberto ha attraversato il Ticino con due corpi d’armata, il era guidato dal generale Eusebio Bava e puntava al ponte di Goito; il con alla testa il generale Ettore De Sonnaz, si dirigeva verso quello di Monzambano.



Gli austriaci che stavano passando il Mincio avevano lasciato delle unità a proteggere la ritirata e rallentare i piemontesi, è con uno di questi distaccamenti, presso ponte di Goito, che viene in contatto la 1ª divisione piemontese al comando del generale d'Arvillars che ingaggiò battaglia.
Intanto all’alba dell’8 aprile arriva la 2ª compagnia bersaglieri, rinforzata dai volontari della Legione Griffini, e le compagnie del battaglione Real Navi aggregate alle brigate Regina e Aosta il ponte era difeso da 1200 Schützen tirolesi della brigata Wohlgemuth che difendevano la riva sinistra, il ponte era minato e sull’altra riva c’erano altre cinque compagnie di fanteria austriaca con quattro cannoni.

L’attacco vero e proprio vede i bersaglieri dividersi in due colonne, quella del capitano Lyons aveva il compito di attraversare il paese puntando direttamente al ponte con un attacco frontale alle difese nemiche; quella del capitano Muscas, numericamente superiore, avrebbe aggirato sulla sinistra l’abitato per arrivare al ponte prendendo alle spalle gli austriaci impedendone la ritirata. Agli attacchi portati a colpi di carabine gli imperiali rispondevano con un nutrito fuoco di sbarramento anche di cannone, tanto che la colonna di Lyons avanzava molto faticosamente. Alla testa dell’altra colonna stava avanzando a cavallo Alessando La Marmora, giunto alla spianata antistante il ponte mentre gli austriaci ripiegavano, a questo punto un colpo partito da truppe attestate nell'Albergo della Giraffa, oltre il ponte, lo colpì alla mandibola e uscì dal collo ferendolo seriamente, La Marmora però riuscì ad abbattere con la spada un ufficiale nemico che tentava di catturarlo.
Data la grave situazione, gli austriaci in ritirata decisero di far saltare il ponte ma un parapetto rimase intatto, si riusciva ancora a passare, tanto che il capitano Saverio Griffini raggiunse incolume l’altra sponda seguito dall'intero reparto dopo che erano caduti il sottotenente dei bersaglieri Galli della Mantica e il tenente di marina Wright. Griffini una volta sull’altra sponda catturò 53 tirolesi e un cannone mentre gli uomini del genio zappatori rimisero in sento il ponte che ormai era preso. Contemporaneamente i piemontesi avevano vinto anche a Valeggio sul Mincio e Monzambano, i passaggi del fiume erano ormai in mano sabauda, gli imperiali ripararono nelle fortezze del quadrilatero il cui assedio iniziò il 13 aprile.
Quando l’eco della battaglia si spense i Savoia avevano perso 48 uomini tra morti e feriti, gli austriaci il doppio compresi anche dei prigionieri, ma l’evento è sicuramente degno di nota poiché fu il battesimo del fuoco il corpo dei Bersaglieri, ideato da Alessandro La Marmora nel 1836, e che tanto lustro avrebbe dato al nostro paese nei decenni a venire.

Figo: lo DIGO! Salva su Salvasiti.com Articoli simili Commenti autore Scrivi tu il primo commento su quest'articolo Riporta questo articolo sul tuo sito Aggiungi a lista preferiti Stampa Spedisci a un amico
Battaglia di Ponte Goito, Bersaglieri al battesimo del fuoco (Lombardia)
PDF
 

Area Castelli Romani

visita il portale dei Castelli Romani

In Evidenza

L’assedio di Tuscolo e le virtù romane
Cincinnato viene chiamato dal senato e difendere Roma
Bombardamento americano dell'abazia di Cassino
L'abazia di Cassino viene bombardata e distrutta dagli alleati
Affondamento della corazzata Roma
La corazzata Roma viene colpita e affondata dopo la firma dell'armistizio