Ricordati di essere sempre un esempio positivo,
è l'unico modo per vincere la guerra..

Luoghi Storici


VIIIª battaglia dell’Isonzo, fino alle difese di Trieste (Friuli - Venezia Giulia)

Favoriti : 1

Pubblicato in : Battaglie, Battaglie moderne (700, 800, 900)

Hits

Data 10-12 ottobre 1916
Luogo Pianura a sud di Gorizia
Contendenti Regno d’Italia / Impero Asburgico
Forze in campo 20 devisioni / 14 divisioni
Esito avanzamento italiano fino alle difese di Trieste

Il 10 ottobre parte il solito bombardamento di artiglieria in preparazione all’assalto delle fanterie. Quando i fanti saltano fuori all’assalto riescono ad avanzare qualche centinaio di metri conquistando alcuni tratti di trincea nemica. Lungo il corso del fiume Vipacco erano state conquistate alcune posizioni di prima linea; ma alla fine gli attaccanti devono desistere per il pesante fuoco che proveniva dalle linee nemiche.



Il giorno successivo la giostra ricomincia col medesimo copione, allo scontro corpo a corpo dei soldati fa da cornice quello a distanza tra le rispettive artiglierie, altri tratti di trincea austriaca vengono strappati dagli italiani.
Il giorno 12 sono gli austriaci a prendere l’iniziativa con una serie di contrattacchi volti e riprendere il poco che avevano ceduto, ma l’impresa non gli riuscì, molti caddero, molti furono fatti prigionieri, le posizioni italiane avevano retto.
Era soltanto il terzo giorno e la battaglia si era esaurita costando 24.500 uomini per gli italiani e 40.500 per gli austriaci.
La situazione mutata fa sì che le difese austriache di Trieste siano più vicine per gli attaccanti, gli imperiali devono operare un arretramento di diverse centinaia di metri per rendere la nuova linea più corta quindi meglio difendibile, tale linea andava dal Monte Santo verso il mare passando per le colline dell'Hermada, che diverrà tristemente nota per i sanguinosissimi scontri che vedranno come terreno di lotta questo ultimo baluardo a difesa di Trieste, dalla quale di notte si potevano ormai vedere le esplosioni degli scontri sulla linea del fronte.
L’avanzamento c’è stato ma il successo vero no, errori, condizioni meteo avverse, scarsità di materiali, tutti fattori che hanno impedito quel crollo che sembrava a portata di mano.


Vai al riepilogo delle battaglie dell’Isonzo

Vai al riepilogo degli argomenti sulla Grande Guerra

   
Figo: lo DIGO!
Salva su Salvasiti.com
Articoli simili
Riporta questo articolo sul tuo sito
Aggiungi a lista preferiti
Stampa
Spedisci a un amico

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valutazione utenti

   (0 voto)

 


Aggiungi il tuo commento
Nome
E-mail
Titolo  
 
Commento
   Avvisami per email quando saranno inseriti altri commenti
   
   

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.6 DIGO -  © 2007-2011 - visualclinic.fr - Licenza Creative Commons
Modificato da Fiuh!Team - FIUH.it - Alcuni diritti riservati
VIIIª battaglia dell’Isonzo, fino alle difese di Trieste (Friuli - Venezia Giulia)
PDF
 

Area Castelli Romani

visita il portale dei Castelli Romani

In Evidenza

L’assedio di Tuscolo e le virtù romane
Cincinnato viene chiamato dal senato e difendere Roma
Bombardamento americano dell'abazia di Cassino
L'abazia di Cassino viene bombardata e distrutta dagli alleati
Affondamento della corazzata Roma
La corazzata Roma viene colpita e affondata dopo la firma dell'armistizio